Paesi ex URSS per i quali non e` necessario il visto d'ingresso

A seguire la lista dei paesi ex Unione Sovietica per i quali non e` necessario il visto d'ingresso per i cittadini europei: Armenia, Estonia, Georgia, Kirghizistan, Lettonia, Lituania, Moldavia, Ucraina.

Armenia : non è sufficiente la carta d’identità italiana, ma è necessario essere muniti di passaporto. Dal 10 gennaio 2013 i cittadini dell’UE e dei Paesi non UE aderenti all’area Schengen (Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera) possono entrare in territorio armeno senza visto per un periodo massimo di 180 giorni nell’arco di 12 mesi.

Per le altre tipologie di ingresso vale la precedente normativa. A questo proposito e per quanto riguarda la validità residua del passaporto si raccomanda di rivolgersi alle competenti Rappresentanze Diplomatiche-Consolari.

Estonia: il Paese è entrato a far parte dell’UE nel 2004. È necessario essere muniti di passaporto o carta d’identità valida per l’espatrio (N.B. Se la carta d’identità, dopo la scadenza, è stata rinnovata prolungandone la validità solo con uno stampo, si raccomanda di richiederne una nuova, ossia emessa ex novo, di durata decennale e valida per l’espatrio). Con l’entrata dell’Estonia nell’area Schengen (fine marzo 2008), sono stati eliminati i controlli alle frontiere terrestri, marittime e aeroportuali.

Per eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto, si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato presente in Italia.

Georgia: è necessario essere muniti di passaporto con validità di almeno 6 mesi successivi alla data di ingresso in Georgia. Dal 5 giugno 2014, i cittadini italiani possono entrare in Georgia senza l'obbligo di visto per il periodo di un anno.

Si consiglia in ogni caso di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata della Georgia a Roma.

Kirghizistan: è necessario essere muniti di passaporto, con validità residua di almeno 3 mesi dalla data di ingresso nel Paese. Non occorre il visto di ingresso per motivi di turismo e/o di affari relativamente a soggiorni non superiori ai 60 giorni. Qualora il soggiorno fosse superiore ai 60 giorni, è richiesto il visto rilasciato dalle competenti Autorità kirghise prima dell'entrata nel Paese.

Per eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto e per altri casi il visto può essere richiesto presso l’Ambasciata del Kazakhstan a Roma, o presso il l’Ufficio consolare dell’Ambasciata del Kyrgyzstan a Ginevra.

Lettonia: il Paese fa parte dell’UE (2004) ed aderisce all’accordo di Schengen. Dal 1° maggio 2004, i cittadini dell’Unione Europea possono entrare senza necessità di visto nel territorio della Repubblica di Lettonia. È necessario essere muniti di passaporto o carta d’identità valida per l’espatrio (N.B. Se la carta d’identità, dopo la scadenza, è stata rinnovata prolungandone la validità solo con uno stampo, si raccomanda di richiederne una nuova, ossia emessa ex novo, di durata decennale e valida per l’espatrio). Per eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto, si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata della Lettonia a Roma.

Lituania: il Paese fa parte dell’UE dal 1° maggio 2004. Dal 21 dicembre 2007 il Paese è entrato nell'area Schengen: dopo i controlli alle frontiere terrestri, sono stati eliminati anche i controlli aeroportuali. È necessario viaggiare con il passaporto o con la carta di identità valida per l’espatrio (N.B. Se la carta d’identità, dopo la scadenza, è stata rinnovata prolungandone la validità solo con uno stampo, si raccomanda di richiederne una nuova, ossia emessa ex novo, di durata decennale e valida per l’espatrio).

Per eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia.

Moldavia: è necessario essere muniti di passaporto con validità residua di almeno 3 mesi. Dal 1° gennaio 2007 il visto d’ingresso non è più richiesto per i cittadini dei Paesi dell’UE relativamente a soggiorni non superiori a 90 giorni nell’arco di 6 mesi. Per soggiorni superiori e per eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia.

Ucraina: è necessario essere muniti di passaporto con validità residua di almeno 3 mesi. Dal 1° gennaio 2007 il visto d’ingresso non è più richiesto per i cittadini dei Paesi dell’UE relativamente a soggiorni non superiori a 90 giorni ogni 180 giorni. Per soggiorni superiori e per eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di rivolgersi direttamente agli uffici diplomatico/consolari dell’Ucraina in Italia

Numero Verde 800 404000
Roma 06 90289660
Milano 02 45074837
Palermo 091 7481654
Genova 010 8935089
Russian Tour International Ltd
Finliandsky Prospekt 4a, ufficio 717
San Pietroburgo, Russia
Tel +7 812 6470690
Fax +7 812 6470690 *3